Quando le amiche non sono poi così amiche sono amiche-non-tanto-amiche.

Vi è mai capitato di riguardare vostre vecchie fotografie e di scoprire con profondo rammarico ed estrema frustrazione di aver avuto un passato se non osceno perlomeno quasi osceno? Quelle foto che ti parte immediata la domanda “ma perché le mie amiche non mi dicevano che ero orribile?”
La risposta, seppur dolorosa e con un certo aroma di rancore, è una sola: quelle amiche erano amiche-non-tanto-amiche.

È cosa oramai risaputa che il sesso femminile, seppur ricco di bellezze da donare al mondo e straripante di pregi tra cui la modestia, è tendenzialmente invidioso, competitivo, manipolatore.

Le amiche-non-tanto-amiche sono tante e sono tra noi: ci circondano con naturalezza e grazia, si nascondono, si celano, si mascherano, fingono, recitano, tramano, complottano, ci chiamano “amò”… e poi ci taggano su Facebook nelle foto in cui siamo state colte con un dito nel naso.

Imparare a riconoscerle non è semplice, le amiche-non-tanto-amiche hanno sembianze perfettamente umane e caratteristiche fisiche comuni.

Ciò che invece le contraddistingue è un aforismario piuttosto ristretto e ripetitivo:

“No, non hai mica bisogno di fare la dieta… ma poi tu! Sei perfetta!”

Accompagnata da un’espressione colma di sorpresa e da un paio di sopracciglia sollevate che con estrema disinvoltura raggiungono l’attaccatura dei capelli, è la tipica frase di quelle amiche-non-tanto-amiche che se c’hai la cellulite sono pure contente.

“Beata te che sei magra, io sono ricoperta di grasso e cellulite…”

Solitamente pronunciate da esseri terribilmente magri e tendenti alla perfezione, queste sono le tipiche e più sentite parole di quelle che non solo sono magre e tendenti alla perfezione, ma vogliono anche essere rassicurate da te, che magari c’hai pure la cellulite (vedi sopra).

 “Questo vestito ti sta divinamente, sembra fatto su misura per te!”

Queste sono le amiche-non-tanto-amiche più subdole, quelle che pur di emergere ti farebbero andare in giro con lo stesso charme di una scimmietta vestita da suonatore di bande.

 “Secondo me dovresti farti la frangetta…”

Ripetete dopo di me:

no,

non

farò

la

frangetta.

“Stai benissimo con questa pettinatura!”

Questa è la categoria di quelle che se tu fai schifo, loro sono più belle. Quindi non solo colpiscono senza pietà, ma accompagnano la loro calunnia col miglior sorriso che stipano nello spazio del cervello dedicato alle falsità e con un gesto della mano che avvalora la loro affermazione: “guarda qui dietro come ti cadono bene, sono molto naturali…”

Diffidate dalle amiche-non-tanto-amiche, imparate a riconoscerle e ad eliminarle. Le amiche-amiche, quelle vere, si contano sulla punta delle dita, sono rare, sono difficili da trovare, bisogna tenersele strette, sono speciali, sono uniche, sono sincere, sono fedeli, sono sempre al tuo fianco, sempre disposte a dirti quanto tu sia…

impresentabile con quella frangetta.

 


Lascia un commento