L’armocromia e il potere dei colori

Sempre più spesso sentiamo parlare di armocromia, la scienza che sfrutta le potenzialità dei colori.

È ormai all’ordine del giorno organizzare una seduta con un consulente esperto, in grado di analizzare con meticolosa attenzione i colori che più si adattano a noi e valutare in che modo questi possano valorizzarci.

L’armocromia e il potere dei colori. Ma vediamoci più chiaro. Cos’è l’armocromia?

L’armocromia studia le combinazioni di colori, al fine di ottenere una perfetta armonia tra questi. Quindi, in parole povere, l’armocromia suggerisce la palette ideale per perfezionare la nostra immagine, impeccabilmente adattata alle tonalità del viso, della pelle, degli occhi, dei capelli, delle labbra, dell’anima, della mente, del cuore, dei pensieri, delle speranze per un futuro migliore.

L’equilibro creato dalla selezione di colori, migliora sia la percezione che abbiamo di noi stessi, sia quella che gli altri hanno di noi. Dona bagliore alla nostra bellezza, illuminandoci di una naturale lucentezza che ci avvolge. Il risultato: come il bambino-sole dei Teletubbies.

Gli elementi soggetti al nuovo ordine cromatico sono l’abbigliamento, il make-up, ma anche accessori, gioielli, sciarpe, occhiali, smalto, elastico per i capelli, mollettine, forcine, il chewing gum che mastichiamo a bocca aperta.

Soltanto una sfumatura sbagliata… e addio la magia! I colori errati infatti causano l’effetto opposto, ci sminuiscono oscurando la nostra lucentezza. Risultato: Voldemort di Harry Potter.

Basta soffermarsi soltanto un attimo per realizzare quanto e in che modo i colori influenzino la nostra vita, non c’è da sorprendersi dunque che questi abbiano pure la capacità di incidere sul nostro aspetto esteriore.

D’altronde è da secoli che ci si fa rossi dalla vergogna, bianchi dalla paura, verdi dall’invidia, blu dalla fifa e così continuando sulla scala dei colori-sentimenti.

Ma siamo più adatti ai colori caldi, o a quelli freddi? Quale stagione più ci rappresenta? Quante sfumature posso combinare? Domande, queste, a cui l’armocromia potrà senz’altro rispondere.

Se invece sei uno scettico titubante, un mistificatore di credenza, o un obiettore di coscienza, ecco, in tal caso, una serie di massime per il fai-da-te:

IL ROSA È DA FEMMINA
IL BLU È DA MASCHIO
IL NERO SFINA
IL BIANCO INGRASSA
PURE LE LINEE ORIZZONTALI INGRASSANO
IL BLU ED IL NERO NON SI ABBINANO
MANCO IL MARRONE ED IL NERO SI ABBINANO
LE FANTASIE NON SI MESCOLANO

Non t’interessa? Vestiti pure come ti pare. 

 

Articolo scritto da Gingery per Pink Magazine Italia


Lascia un commento